A1 - MISURA DEL POTENZIALE DI ASSORBIMENTO DEI TERRITORI

albero

L'obiettivo è effettuare una stima nella zona boscosa degli Appennini interessata alle azioni del progetto e proporre una metodologia di indagine per valutare la capacità di fissazione del carbonio di queste zone.

 

L'azione prevede una prima analisi di benchmark al fine di definire una baseline per rilevare la capacità di fissaggio all'interno delle aree interessate e di individuare obiettivi raggiungibili.

 

Al fine di ottenere una stima corretta è necessario avere una adeguata mappatura delle aree coinvolte, sia in termini di estensione che di capacità fissative, allo scopo di definire il punto di partenza e di valutare i cambiamenti in termini di risultato delle attività di forestazione e di riforestazione, al netto delle azioni di deforestazione. Sarà prima selezionata la metodologia più efficace per valutare la capacità di fissazione.

 

Per le attività di gestione forestale e ARD, la Guida alle Buone Pratiche prevede l'applicazione della cosiddetta "contabilità gross-net", che considera i cambiamenti in stock di carbonio dovuti alle differenze tra le emissioni e le riduzioni in un periodo, senza confrontarle con la variazione delle scorte per tutto il periodo (o anno) di riferimento.

life new

ecomap banner-italy

ecomap banner-greece

co2

Calcolatore CO2

Market  CO2

 

outputdef

 

mercatovol

voluntary carbon exchange market

Leyman's Report

Final Report

youtube Canale Youtube del Progetto
fb Profilo Facebook del progetto



 

 pattosindaci

sun

anci

craet def